Attrezzatura per vlogging – Travel vlog

Attrezzatura per vlogging – Travel vlog

Il travel vlogging è una disciplina complicata: ti trovi in giro, magari in un paese straniero, devi filmare cose che non conosci e portarti dietro il minimo indispensabile per non pesare troppo sulla tua schiena.Scegliere l’attrezzatura per il travel vlogging può sembrare complicato, ma se si tengono presenti alcuni principi non lo è più di tanto.

PRIMA REGOLA: PORTA L’ESSENZIALE

il-kit-fotografico-da-viaggio-ideale-di-cui-dotarti-7309be8283e9

Little photographer by Jaromír Chalabala on 500px
Per prima cosa voglio dirti che (a meno che tu non sia un professionistanon ti serviràavere l’ultimo modello di reflex, quella vista in televisione con milioni di funzioni che forse non sapresti ancora padroneggiare del tutto. E neppure ti servirà caricarti di una decina di obiettivi di tutte le forme e le dimensioni. Prima di tutto perché pesano, e la prima regola del buon fotografo in viaggio è che il bagaglio dev’essere sopportabile, comodo, non un macigno che ti impedisce di muoverti in libertà.

Un altro motivo per cui è inutile, anzi assolutamente sconsigliabile, portarsi molta attrezzatura è quello della sicurezza: purtroppo le reflex fanno gola a molti, e durante i viaggi non è raro vedersele sfilare via… visto i costi di corpi macchina e obiettivi, meglio quindi avere poca attrezzatura con sé, ma scelta con giudizio. Comprare la reflex più costosa sul mercato pensando di assicurarsi in questo modo scatti perfetti è sempre un errore: errore che diventa ancora più marcato quando si parla della creazione di un buon kit di fotografia di viaggio.

L’importante sarà quindi scegliere l’attrezzatura più adatta alle esigenze del tuo viaggio, al tuo budget, alle tue capacità e al tuo stile. Starà a te poi imparare le regole che ti consentiranno di sfruttarla al meglio.

IL RAPPORTO QUALITÀ-PREZZO

Ho accennato al budget, e ai rischi (inutili) che si corrono portandosi dietro una reflex costosissima nel caso non sia del tutto necessario.

Stabilisci il tuo budget e punta ad assicurarti il meglio che ti puoi permettere: nel caso tu non sia un professionista, l’importante per te sarà acquistare una macchina fotografica in grado di assicurarti scatti ottimi, senza richiederti l’applicazione di nozioni tecniche eccessivamente complesse.

Se hai già superato il livello fotocamere compatte e vuoi qualcosa di più per le tue fotografie di viaggio, esiste una grande scelta di reflex digitali adatte ai foto amatori. Non ti sarà difficile trovare quello che fa per te ad una cifra abbordabile. Potrebbe interessarti questo articolo già scritto nel blog: Come iniziare a fotografare col passo giusto

LA SCELTA DEL CORPO MACCHINA

il-kit-fotografico-da-viaggio-ideale-di-cui-dotarti-7309be8283e9


Come decidere il corpo macchina più adatto a te tra le centinaia di proposte del mercato? Non è una novità per nessuno il fatto che, tutto sommato, siano solo un paio i produttori leader nel campo della fotografia digitale. Affidarsi a loro è sempre una buona scelta.

Che sia Nikon o Canon tutte hanno una categoria dedicata ai non professionisti: i prezzi non sono così inarrivabili come gli ultimi modelli, e la qualità è comunquegarantita.

Esistono corpi macchina pensati proprio per i foto-viaggiatori: li riconoscerai dalle dimensioni più compatte. Proprio perché, come ti ho già detto, la comodità è fondamentale, queste macchine occupano poco spazio, sono pratiche e maneggevoli e si prestano ad essere trasportate con facilità, visto il poco ingombro. Ecco un articolo che può darti una mano per iniziare: Tutto quello che devi sapere per scegliere la fotocamera giusta.

Ormai che ci sono voglio buttarti li un’idea… ma perché non valutare una mirrorless? Sono un sistema di fotocamere leggere, pratiche e con la qualità di una reflex. Ideali proprio per chi vuole viaggiare leggero e con discrezione. Ho realizzato una rubrica specifica dove affronto questo tema: puoi cominciare da questo articolo e poi procedere alla lettura di come scegliere la tua prima mirrorless.

LA SCELTA DEGLI OBIETTIVI

il-kit-fotografico-da-viaggio-ideale-di-cui-dotarti-7309be8283e9

Handsome man with dreadlocks taking a photograph of sunset from a sand dune by andreaobzerova on 500px
Hai acquistato il corpo macchina, nuovo o usato. È il momento di pensare agli obiettivi. Questa è la parte più complessa della creazione del tuo kit per la fotografia viaggio, perché richiede conoscenze un po’ più specifiche ed una visione a lungo terminedell’uso che ne farai.

La prima domanda che devi farti è: quale genere di fotografie scatterò? Ho provato a fornirti una risposta, pensando alle situazioni più comuni che si presentano durante i viaggi:

  • Fotografie di paesaggi: in questo caso ti consiglio di preferire un obiettivo grandangolare. Ti consentirà di catturare una porzione più ampia di panorama e in linea di massima questo ti rende le cose più semplici;
  • Fotografie di dettagli: la scelta è obbligata, e si chiama Macro. Sono obiettivi specifici per scatti a particolari, piccoli soggetti come insetti e fiori.
  • Fotografie di persone e animali: è consigliabile l’uso di un obiettivo medio-tele (dai 50mm su formato APS-C ai 135mm). Una scelta ideale per poter catturare immagini di persone senza disturbarle e cambiarne, di conseguenza, l’espressività.

Un altro consiglio: zoom oppure ottica fissa? Io ti consiglierei l’ottica fissa, ma non per questioni qualitative. Piuttosto per il fatto che usando un obiettivo a focale fissa non sarai distratto dal “problema” del scegliere la focale idonea. Se comunque ti trovi bene con uno zoom per via della sua versatilità, non esitare ad usarlo. Se non vuoi un’ulteriore aiuto sulla spinosa questione degli obiettivi allora ecco 8 cose che devi sapere sugli obiettivi fotografici.

Prima di continuare ti chiedo un piccolo favore. A te non costa nulla, mentre a me serve per migliorare la visibilità di questo post condividendo questo articolo.

GLI ALTRI ACCESSORI DEL KIT FOTOGRAFICO DA VIAGGIO

il-kit-fotografico-da-viaggio-ideale-di-cui-dotarti-7309be8283e9

Laptop with digital camera and a coffee cup. by Benjamin King on 500px
Bene, hai acquistato corpo macchina e obiettivi (te ne basteranno un paio). È arrivato il momento di pensare al resto. Punta all’essenziale, sempre pensando alle tue reali necessità.

Fondamentali ed imprescindibili: le schede di memoria! Portane con te più di una, oltre a quella già presente nella macchina fotografica. Ti serviranno. Meglio una memoria da 64 GB o due da 32 GB? Dal punto di vista della capienza non cambia nulla, ma disporre di due memorie ti da maggiori garanzie di portare a casa i risultati. Non sono questioni pratiche o di prestazioni ma si parla della possibile sfortuna che la memoria si danneggi o venga persa, con tutti i ricordi contenuti in essa. Con due memorie il rischio si dimezza.

Ti serviranno anche delle batterie di riserva. Non sono mai sufficienti e, non da meno, devi tenere in considerazione che la temperatura esterna incide sulle prestazioni. Troppo freddo ne riduce la durata ad esempio.

Se puoi, porta con te un treppiede: non smetterai mai di ringraziarlo, specie quando potrai fare delle splendide foto notturne di una città o di un paesaggio. O anche per fare delle lunghe esposizioni nella fotografia di cascate e ruscelli. Di treppiedi ne esistono di tanti tipi, ma ce ne sono di specifici per chi ama viaggiare. Se non sai da che parte cominciare ho scritto un articolo approfondito e dedicato proprio a questo argomento: clicca qui per capire come scegliere il treppiede ideale.

il-kit-fotografico-da-viaggio-ideale-di-cui-dotarti-7309be8283e9

Flying photographer by Aroon Ph on 500px
Probabilmente la tua reflex è già dotata di un flash, ma puoi pensare di portarne anche uno esterno, se pensi che potresti avere bisogno di illuminare ulteriormente i tuoi soggetti. Se però non ti senti a tuo agio con l’uso dei flash lasciali direttamente a casa! Sarebbero solo peso inutile e piuttosto approfondisci le tecniche per riuscire ad ottimizzare al meglio la fotografia in condizioni di scarsa luce. Anche in questo caso in questo blog puoi trovare alcuni suggerimenti utili che ti riporto:

Infine, un buon set di filtri (scegli tu quali, in base alle tue preferenze): questi daranno un aspetto più caratteristico e particolare alle tue foto. Ti consiglio di portare con te ilfiltro neutro, il neutro graduato e il filtro polarizzatore. Questi sono, secondo me, i filtri fondamentali per scattare foto davvero sorprendenti. Se vuoi farti un’idea sui filtri ti consiglio di leggere questo mio articolo.

Il tutto racchiuso in una buona borsa da viaggio, o meglio ancora in uno zaino porta accessori.

LA PIANIFICAZIONE

il-kit-fotografico-da-viaggio-ideale-di-cui-dotarti-7309be8283e9


L’ultimo consiglio riguarda il tuo viaggio: se è vero che non c’è niente di più bello che lasciarsi guidare dal vento, è altrettanto vero che (sopratutto nel caso in cui ti voglia assicurarti un reportage fotografico di tutto rispettoprogrammare è importante. Programma il più possibile: luoghi da visitare, orari, percorsi. Approfondisci con calma tutto quello che vorresti vedere, e pensa già a qualche scatto da realizzare. Anche in questo caso il tema è stato trattato in modo specifico con un articolo molto bello ed interessante (clicca qui)! E’ uno dei migliori articoli!

Il tuo kit per la fotografia di viaggio è pronto!

Ora non ti resta che partire o, se proprio non sei ancora sicuro, di approfondire gli argomenti scegliendo una delle guide specifiche che ho realizzato!

 

di 

Link originale articolo qui 


Print   Email